img_interna_1
iconaprimo piano

PICTURA DANTIS. Visioni dell’Inferno


Da venerdì 3 dicembre 2021, presso il Museo d’Arte Moderna “Ugo Carà” di Muggia, è visitabile la mostra “PICTURA DANTIS. Visioni dell’Inferno”, personale di Francesco Carbone, a cura di Walter Chiereghin.

In esposizione 78 tavole che illustrano integralmente l’Inferno di Dante, ma anche un video realizzato dagli studenti del corso audiovisivi dell’ISIS Nautico-Galvani di Trieste in cui l’autore racconta, presentando le sue figure, tutto il percorso di Dante nella prima cantica della Commedia. La mostra, realizzata dal Comitato di Gorizia della Società Dante Alighieri insieme all’associazione culturale Il Ponte Rosso, gode del patrocinio dell’Università degli Studi di Trieste e dell’Università di Pola, e rientra nel calendario delle iniziative “Dante700” promosse dal Ministero della Cultura per celebrare il settecentesimo anniversario della morte del sommo poeta. La mostra itinerante, già esposta a Pola, Trieste e Cormons, nel 2022 sarà presentata anche a Fiume e Gorizia.

In merito al grande fascino che la Divina Commedia esercita da più di 700 anni sugli artisti di tutto il mondo, il curatore Chiereghin interpreta così la loro passione di illustrare Dante: “Nasce quasi assieme ai versi della Commedia l’esigenza di tradurre le terzine dantesche in immagini, tanto che la visione di Inferno, Purgatorio e Paradiso, fin dalle miniature che glossavano i primi codici manoscritti del poema, sono da considerarsi gli antefatti di un autentico “genere” pittorico che arriva al nostro presente dal XIV secolo e prevedibilmente continuerà dopo di noi, tanto forte è per gli artisti di ogni epoca e di ogni paese il richiamo di quel soggetto che si espande dalla poesia per allargarsi alle arti figurative con inesausta lena e con esiti talvolta clamorosi e quasi sempre interessanti.Una tradizione figurativa che ha sollecitato l’inventiva di pittori e illustratori di chiara fama e anche di primo piano nella storia dell’arte occidentale, che fin dal Rinascimento – pensiamo solo a Botticelli – hanno attinto a piene mani al testo del poema, evidentemente attratti dalla sontuosa coralità di molti suoi passaggi, ma anche dalla resa plastica di singole terzine, dalla complessa organizzazione dell’impianto narrativo, soprattutto dalla visionarietà di un testo poetico che riesce a incantare per i mille rivoli attraverso i quali si manifesta al lettore, ormai da sette secoli.”

E continua inquadrando così il lavoro di Carbone: “Gli strumenti formali sui quali si appoggia il lavoro di Carbone si presentano del tutto adeguati ad offrire una lettura meticolosamente puntuale e informata, senza rinunciare ad accoccolarsi dentro le suggestioni offerte dagli endecasillabi cui le immagini si riferiscono: la cupezza diffusa in tutto il tragitto trova riscontro, ad esempio, nella ricerca di valori tonali che tentano di riprodurre il “color perso” di cui parla il poeta, mentre l’orrore e lo strazio dei corpi dei dannati, per quanto è possibile, non eccedono mai debordando in una rappresentazione grottescamente compiaciuta ed inutilmente orrorifica.”

Francesco Carbone è autore di saggi, opere di narrativa e teatrali. Ha fondato e diretto la rivista di letteratura e arte online "Il compagno segreto" di cui ha realizzato immagini e grafica. Ha frequentato la Scuola d’acquaforte di Mirella Schott Sbisà. Ha esposto a cura di Maria Campitelli in diverse occasioni. Ha realizzato video selezionati e premiati in diverse rassegne nazionali ed internazionali.

La mostra potrà essere visitata a ingresso libero fino a domenica 9 gennaio 2022 con il seguente orario: da martedì a venerdì 17-19, sabato 10-12 e 17-19, domenica e festivi 10-12.

locandina
FVG_live
Video di presentazione
icona
video_muggia
Iscriviti
icona

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità e le iniziative di Muggia e dintorni iscriviti alla newsletter con pochi e semplici passi!

Come arrivare
icona
mappa
puntatore Guida all'installazione dei punti di interesse di Muggia sui navigatori
puntatore Punti di interesse di Muggia per TOM TOM
puntatore Punti di interesse di Muggia per GARMIN
linea
Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Muggia
Piazza della Repubblica, 4 - 34015 Muggia (Trieste)

incipit

|    Home    |    Visitare Muggia    |    Appuntamenti    |    Mediagallery    |    Carnevale    |    Contatti    |