img_interna_1
iconaprimo piano

ERAVAMO ESTERREFATTI Muggia e il Memorandum di Londra


Sabato 5 ottobre alle ore 18 inaugura, presso il Museo d’Arte Moderna "Ugo Carà" di Muggia, la mostra "Eravamo esterrefatti - Muggia e il memorandum di Londra", curata dallo storico Francesco Fait e organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Muggia, in occasione dei 65 anni dal Memorandum di Londra, 5 ottobre 1954


Sabato 5 ottobre alle ore 18 inaugura, presso il Museo d’Arte Moderna "Ugo Carà" di Muggia, la mostra "Eravamo esterrefatti - Muggia e il memorandum di Londra", curata dallo storico Francesco Fait e organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Muggia, in occasione dei 65 anni dal Memorandum di Londra, 5 ottobre 1954. La mostra si avvale di un ricchissimo apparato di immagini fotografiche, provenienti dalla Fototeca dei Civici Musei di Storia ed Arte di Trieste, dal Fondo fotografico della Biblioteca "Guglia" di Muggia e dalla NŠK Narodna in študijska knjižnica - Biblioteca nazionale slovena e degli studi di Trieste. Alle foto si aggiungono tre rari documentari provenienti dagli archivi dell’Istituto Luce - Cinecittà di Roma e una selezione di documenti inediti custoditi dall’Archivio Storico del Comune di Muggia.

Il 5 ottobre del 1954 avvenne la sottoscrizione del Memorandum di Londra tra i governi di Italia, Stati Uniti d'America, Regno Unito e Jugoslavia, che determinò il passaggio della Zona A del Territorio Libero di Trieste dall'amministrazione militare alleata all'amministrazione civile italiana e il passaggio della Zona B dall'amministrazione militare jugoslava all'amministrazione civile jugoslava.
L’accordo ebbe tra le clausole anche una rettifica confinaria ai danni del Comune di Muggia: a passare alla Jugoslavia furono i borghi di Milocchi, San Giorgio, Barisoni, Laurano, Colombano, Santa Brigida, Crevatini, Norbedi, Sonici, Busari, Braghetti, Bosici, Faiti, Elleri, Scoffie (Albaro Vescovà) di Sotto, Plavia, Banizza; l'abitato di Cerei venne diviso a metà.
Muggia perse circa 11 chilometri quadrati e poco più di 3.500 abitanti, il 28% della popolazione totale, i quali però, come vedremo successivamente, nella stragrande maggioranza decisero di trasferirsi in Italia abbandonando tutti i loro averi.
E così, nelle stesse ore in cui a Trieste una folla oceanica festeggiava la restituzione della città all’Italia, Muggia assisteva al mesto esodo dei suoi esuli, accolti nelle abitazioni e soffitte e cantine di parenti e amici, oppure in strutture d’emergenza allestite dalle autorità: il Cantiere Martinuzzi in disuso, la caserma dei Vigili del Fuoco, la Villa Bernina.
Nella primavera del 1956, venne allestito il Campo profughi delle Noghere, che rimase in funzione fino alla metà degli anni Settanta.
Il campo delle Noghere, per il quale passarono migliaia di persone, era simbolicamente diviso in due: da una parte le famiglie dei muggesani, i cui capifamiglia avevano mantenuto i lavori di operai ed erano fieramente comunisti, dall’altra le famiglie degli istriani, esuli delle città vicine come Isola e Capodistria, che erano altrettanto fieramente democristiani.
Un mondo di divisioni, dunque, ma anche di condivisioni di quella vita difficile e a tratti cruda, ma eticamente e profondamente sociale, conviviale e genuina.

La mostra potrà essere visitata a ingresso libero fino a domenica 3 novembre 2019 con il seguente orario: da martedì a venerdì dalle 17 alle 19, sabato dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, domenica e festivi dalle 10 alle 12, lunedì chiuso.

invito

FVG_live
Video di presentazione
icona
video_muggia
Iscriviti
icona

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità e le iniziative di Muggia e dintorni iscriviti alla newsletter con pochi e semplici passi!

Come arrivare
icona
mappa
puntatore Guida all'installazione dei punti di interesse di Muggia sui navigatori
puntatore Punti di interesse di Muggia per TOM TOM
puntatore Punti di interesse di Muggia per GARMIN
linea
Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Muggia
Piazza della Repubblica, 4 - 34015 Muggia (Trieste)

incipit

|    Home    |    Visitare Muggia    |    Appuntamenti    |    Mediagallery    |    Carnevale    |    Contatti    |
Do NOT click this link or you will be banned from the site, forever !