img_interna_1
iconaMostre

IL CARNEVALE NEL COSTUME

BeP-Foto_David_3290
Giovedì 9 febbraio
 alle ore 18.30 presso il Museo d'Arte Moderna "Ugo Carà", inaugurazione della mostra Il Carnevale nel Costume, costumi della Compagnia Bulli e Pupe organizzata nell'ambito del 64° Carnevale Muggesano dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Muggia e dall'Associazione delle Compagnie del Carnevale Muggesano
di Massimo Premuda


Giovedì 9 febbraio alle ore 18.30, inaugura, presso il Museo d’Arte Moderna Ugo Carà di Muggia, Il Carnevale nel Costume, mostra dei costumi della Compagnia Bulli e Pupe. L'esposizione, la quinta dedicata agli abiti e ai costumi che ripercorrono alcuni dei più significativi Carnevali di Muggia, è organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Muggia in collaborazione con l'Associazione delle Compagnie del Carnevale Muggesano e la Compagnia Bulli e Pupe, nell'ambito del 64° Carnevale Muggesano, per celebrare i 63 anni di attività della Compagnia Bulli e Pupe, nata nel 1954, il cui nome definitivo, derivante dal famosissimo film "Bulli e Pupe" interpretato da Marlon Brando, venne istituito solo nel 1961. La compagnia nei tanti anni di competizione ha ottenuto ben 3 vittorie assolute nel 1988, nel 2015 e nel 2016.
In mostra una trentina di costumi, teste di carro, fotografie, trofei, gonfaloni e altri cimeli raccolti nella lunghissima storia della compagnia. Particolarità degli ampi e fascinosi costumi carnevaleschi in mostra, quasi degli abiti scultura, creati negli anni passati per sfilare in simbiosi con i carri del famoso Carnevale di Muggia, è l'assoluta libertà di utilizzo dei più disparati materiali, stoffa, gomma piuma, tulle, perle, ma anche materiali da ferramenta come filo di ferro, rete plastificata, vetroresina e fondi di bottiglia di plastica, arrivando fino agli addobbi natalizi con gingilli e punte di Natale, tutto rigorosamente cucito a mano.
Una vasta panoramica che, attraverso una trentina di costumi, e altrettante esuberanti acconciature, testimoniano la creatività e tutta la fantasia che i veri protagonisti del Carnevale Muggesano impiegano fin dall'estate per la preparazione dei loro divertentissimi costumi. Piccoli capolavori di artigianato degni di un laboratorio scenotecnico pronti a sfilare nella cittadina istroveneta per la settimana più folle dell'anno.
Nel panorama dei Carnevali italiani infatti quello di Muggia si contraddistingue per l’assoluta originalità legata alla presenza delle maschere. Le maschere, circa 2000 sono i figuranti presenti in sfilata, costituiscono la caratteristica unica di Muggia non solo per l’altissimo numero di presenze, ma per essere esse stesse intimamente legate ai carri allegorici della sfilata, vere e proprie scenografie dello spettacolo a tema proposto dalle singole Compagnie partecipanti al concorso della domenica di Carnevale.
L’interpretazione del tema di sfilata, presentato dalle singole Compagnie ogni anno diverso - più di 500 i temi trattati da non meno di 8 Compagnie in concorso in oltre 60 anni di Carnevale - è basato per la gran parte sul costume indossato dai partecipanti nonché sull’azione scenica, ovvero “brio e macchiettistica”, oggetto entrambi di apposita valutazione al fine dell’aggiudicazione dell’ambito Trofeo.
La mostra potrà essere visitata a ingresso libero fino a domenica 5 marzo 2017 con il seguente orario: da martedì a  venerdì dalle 17 alle 19, sabato dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, domenica e festivi dalle 10 alle 12, lunedì chiuso.

BULLI E PUPE
storia della compagnia
Per trovare le origini della compagnia Bulli e Pupe, bisogna risalire al 1954 quando l’allora sindaco Giordano Pacco promosse, dando ufficialità alla manifestazione organizzata, il Carnevale Muggesano.
Il gruppo all’inizio assunse il nome di Circolo di Cultura Popolare Luigi Frausin con sede in quell’edificio di via San Giovanni 4, che seppur articolato in più locali, per tutti a Muggia era, ed è ancora oggi, semplicemente il Verdi.
Alla prima edizione organizzata del Carnevale Muggesano, nel 1954, il CCP L.Frausin aderì all’iniziativa con la denominazione Verdi. Il gruppo radunato da Miro Robba (detto “bucaleti”), attivista di spicco del circolo, con il tema “La classe degli assini” si classificò al terzo posto su un rosa di venticinque compagnie iscritte.
Il 1957 fu un anno particolarmente significativo: all’interno del CCP L.Frausin si identifica definitivamente un gruppo con lo scopo di fare Carnevale, dal nome Muli e Pupe.
Emerge inoltre un aspetto rilevante che caratterizzerà da allora in avanti la compagnia: quello cioè di aggiungere sempre, precorrendo i tempi, qualche novità nell’arricchire la propria partecipazione al Carnevale Muggesano, come pure nelle manifestazioni di contorno.
Muli e Pupe era una denominazione più aggraziata di muli e mule, che intendeva indicare con termini dialettali, i ragazzi e le ragazze che costituivano il nucleo di una compagnia che stava assumendo una propria concreta fisionomia.
Con la denominazione Muli e Pupe, il gruppo partecipa solo fino alla settima edizione del carnevale muggesano, quella del 1960. L’anno successivo, infatti, forse per un banale errore di trascrizione fatto da parte dei funzionari del comune al momento dell’iscrizione della compagnia al concorso mascherato e probabilmente anche perché in quegli anni furoreggiava il famosissimo film Bulli e Pupe interpretato dal celebre Marlon Brando, il gruppo venne così battezzato, assumendo da allora definitivamente, il nome di BULLI E PUPE.
Tale nome, qualunque sia stato il motivo della sua origine, fu quanto mai azzeccato: è un binomio che ha caratterizzato la compagnia fin dalla sua nascita, quando il carnevale era permeato di spontaneità e tutto era deciso tra una battuta e l’altra e, molto spesso, all’ultimo momento; è un binomio perfetto tra la spavalda allegria dei Bulli e la raffinata intelligenza delle Pupe.
Con il passare degli anni la compagnia si è ingrandita ed allargata. Ha iniziato ad avere una propria sede, inizialmente nell’ex spaccio alimentare di Chiampore e poi dal 1985 nell’ex scuola elementare di Chiampore. Ed è proprio in quell’anno e in quella sede che è stata formata e fondata la propria banda, tassello fondamentale della compagnia fino al 2008, anno in cui a causa di svariate vicissitudini si sciolse.
Oltre alla scuola di musica, fermo restando come attività principale il carnevale di Muggia, gli ampi spazi della nuova sede furono sfruttati per lo svolgimento di numerose altre attività: scuola di ballo, corsi di educazione fisica, taglio e cucito e pittura, tornei di carte, calcio balilla e ping pong. Grande successo hanno riscosso i tornei di freccette, tanto che si è sentita la necessità di formare un proprio Dart Club che ad oggi è regolarmente iscritto alla federazione e partecipa al campionato provinciale.
Nel 1989 forti di tutte queste attività, dei chioschi estivi, degli spettacoli di danza, concerti della banda che coinvolgevano più o meno marginalmente tantissime persone non solo del comune di Muggia, da compagnia carnevalesca siamo diventati associazione culturale.
Da qualche anno c’è stato un cambio generazionale, un vero e proprio passaggio di consegne che ha ulteriormente rafforzato le fila di  questo gruppo ora composto da giovanissimi, meno giovani e diversamente giovani perfettamente integrati tra loro nel nome del rispetto, dell’amicizia e della voglia di fare carnevale e nell’interesse comune di mantenere accesa questa tradizione.

invito

FVG_live
Video di presentazione
icona
video_muggia
Iscriviti
icona

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità e le iniziative di Muggia e dintorni iscriviti alla newsletter con pochi e semplici passi!

Come arrivare
icona
mappa
puntatore Guida all'installazione dei punti di interesse di Muggia sui navigatori
puntatore Punti di interesse di Muggia per TOM TOM
puntatore Punti di interesse di Muggia per GARMIN
linea
Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Muggia
Piazza della Repubblica, 4 - 34015 Muggia (Trieste)

incipit

|    Home    |    Visitare Muggia    |    Appuntamenti    |    Mediagallery    |    Carnevale    |    Contatti    |
Do NOT click this link or you will be banned from the site, forever !