img_interna_1
iconaMostre

(fe)MALE di Cecilia Donaggio Luzzatto-Fegiz

feMALE_invito
Sabato 12 novembre
 ore 18.30 presso il Museo d'Arte Moderna "Ugo Carà", inaugurazione della mostra (fe)MALE, personale di Cecilia Donaggio Luzzatto-Fegiz,  a cura di Maria Campitelli-Gruppo78, all'interno del progetto PRACC-Progetto Arte Contemporanea Carà
di Massimo Premuda


(fe)MALE di Cecilia Donaggio Luzzatto-Fegiz, con Max Jurcev e Betta Porro, a cura di Maria Campitelli
Nell’ambito del progetto espositivo “Arte/Scienza/Tecnologia - la ROBOTICA” 2016, organizzato dal Gruppo78, inserita nel calendario del PRACC 2016, progetto di promozione dell’arte contemporanea dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Muggia in collaborazione con le associazioni culturali Gruppo78, Juliet e Photo Imago.
La mostra gode della collaborazione dello SciFabLab (ICTP) e della GSE trieste, del supporto della Cooperativa Duemilauno Agenzia Sociale, Cooperativa Agricola Monte San Pantaleone e Flockart, e dell'adesione della Casa dell’Arte di Trieste.

Sabato 12 novembre 2016, alle ore 18.30, il Museo d’Arte Moderna "Ugo Carà" di Muggia ospiterà (fe)MALE, la personale di Cecilia Donaggio Luzzatto-Fegiz, in collaborazione con Max Jurcev e Betta Porro, a cura di Maria Campitelli. La mostra nasce da una ricerca personale sulla natura e l’evoluzione umana, il tema ricorrente nelle opere dell’artista, che attraverso un linguaggio multidisciplinare elabora la teoria del fenomeno umano e del male di Pierre Teilhard De Chardin. Nell’epoca dell’umano e post-umano, Donaggio Luzzatto-Fegiz s’impadronisce dello spazio con un’installazione dove l’humus/fango, metafora dell’archetipo della Grande Madre, genera un’entità cibernetica, un missile-robot, realizzato grazie al meticoloso e complesso studio di meccanica, elettronica e scenotecnica di Max Jurcev in collaborazione con lo SciFabLab dell’ICTP e la GSE trieste, azienda leader nella progettazione e realizzazione di sottomarini,  che interagisce con il visitatore. All’inquietante figura post-umana, Il corpo, in tutta la sua carnalità e disperata ribellione, trova nella performer Betta Porro, la proiezione della nostra umana, eroica, paura, che accompagna lo spettatore attraverso un percorso di dolore e di conoscenza che si sviluppa nella seconda sala. L’intervento nello spazio del Museo Carà, si estende ad altri simboli e presenze, come i consueti scheletri e pesci su strisce di carta che affiorano dall’inconscio, mentre sulle pareti si proiettano le parole della Sapienza, in un paradossale intreccio di ascesa spirituale e caduta.
La mostra (fe)MALE a ingresso libero sarà aperta fino alla domenica 4 dicembre 2016.

Cecilia Donaggio Luzzatto-Fegiz, multimedia designer e visual artist, diplomata in scenografia all’Accademia di Belle Arti di Roma e specializzata in Computer-graphics alla University of California di Los Angeles (UCLA), ha lavorato come videografica ed art-director per diverse reti televisive nazionali. Attualmente si occupa di comunicazione multimediale e formazione e parte del suo tempo dedica a temi inerenti il disagio e l’esclusione sociale. Dal 2009 è attiva nel  GRUPPO78 international contemporary art di Trieste. E’ socio professionista senior di AIAP. Nel 2012 ha fondato l’impresa V_ArT - multimedia design.
Alcuni eventi: “URSUS MULTIMEDIA PROJECT” (Trieste 2010/11); “Domani Parto” Presidio (Trieste 2012); MARNERO (Oaxaca e Torreon, Messico 2014. Con il compositore e ingegnere Max Jurcev e la performance designer Betta Porro ha realizzato “l’Arte è una ribellione contro il destino” (2014), “LA CURA (pain-box) studio sul corpo multidimensionale del dolore” (2015) e “SAL”(2015).

“Credo che il mio lavoro, negli ultimi anni, abbia un unico filo conduttore e che sia attraversato sempre dagli archetipi del femminile e dalla ricerca sulla natura e sull’evoluzione umana. Il mare, che in questo caso è fanghiglia primordiale, è la materia dalla quale nasce: uno spazio “inappropriabile” che non smetterò mai d’indagare. Inappropriabile come quello dell’inconscio, sia individuale che collettivo, di ciò che “possiamo” responsabilmente essere, nel bene e nel male, e ciò di cui possiamo solo far parte, in un disegno che sfugge totalmente al nostro desiderio di controllo.”
Cecilia Donaggio Luzzatto-Fegiz

La mostra potrà essere visitata a ingresso libero fino a domenica 4 dicembre 2016 con il seguente orario: da martedì a venerdì 17-19, sabato 10-12 e 17-19, domenica e festivi 10-12.
info Gruppo78, tel 040 567 136, cell 339 8640784 / 338 4707922, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  - www.gruppo78.it

FVG_live
Video di presentazione
icona
video_muggia
Iscriviti
icona

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità e le iniziative di Muggia e dintorni iscriviti alla newsletter con pochi e semplici passi!

Come arrivare
icona
mappa
puntatore Guida all'installazione dei punti di interesse di Muggia sui navigatori
puntatore Punti di interesse di Muggia per TOM TOM
puntatore Punti di interesse di Muggia per GARMIN
linea
Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Muggia
Piazza della Repubblica, 4 - 34015 Muggia (Trieste)

incipit

|    Home    |    Visitare Muggia    |    Appuntamenti    |    Mediagallery    |    Carnevale    |    Contatti    |
Do NOT click this link or you will be banned from the site, forever !