img_interna_1
iconaCarnevale

Il Carnevale - Storia

L’attestazione dell’esistenza del Carnevale muggesano emerge con certezza storica nel 1420 come riportato in uno statuto comunale dove per i festeggiamenti del "mato carneval" veniva elargito un ducato alle Compagnie che spendevano più di tre soldi per i musicanti.
Risale invece al 1611 l’accurata descrizione del "Ballo della Verdura", che, all’apertura dei festeggiamenti, il giovedì grasso, ancora oggi ripropone una danza riconducibile a quella che Teseo istituì in occasione della sua vittoria sul Minotauro nel labirinto: uomini e donne con ghirlande di verdura in testa, archi dorati e arance danzano assieme coinvolgendo gli astanti con la loro allegria.

Una principale particolarità che contraddistingue il Carnevale muggesano da analoghe manifestazioni è rappresentata dall’assenza delle maschere facciali: i visi non vengono nascosti dalle maschere rifiutando l’anonimato caratteristico invece di altre tradizioni carnevalesche.
A Muggia infatti si partecipa al corso mascherato proprio per esporsi al pubblico e farsi riconoscere. Proprio per questo le scenette e gli scherzi sono sempre di ottima fattura dimostrando certo ironia e sagacia ma anche un alto grado di civiltà e coscienza civile.
Il momento più atteso del Carnevale è la sfilata dei carri allegorici ricchi di colori e mossi da complessi sistemi meccanici che sono il frutto di un paziente lavoro che avviene in cantine e capannoni mesi prima della manifestazione ad opera di appassionati, artigiani e tecnici che molto spesso utilizzano le loro conoscenze acquisite come carpentieri, falegnami, fabbri e saldatori retraggio dei mestieri legati ai cantieri navali della zona.
Artefici del Carnevale sono le diverse Compagnie, gruppi sorti su iniziativa dei singoli abitanti dei rioni e delle contrade e uniti dalla stessa passione per il divertimento, che ogni anno scelgono i Moti, i temi da rappresentare nell’arco della sfilata, e che sviluppano oltre che con la creazione dei carri anche con musiche, coreografie, pantomime e veri e propri spettacoli lungo tutto il percorso. La festa si conclude nella serata della sfilata con una festa nella piazza principale dove tutti i partecipanti alla sfilata attendono che dall’affaccio sul balcone del palazzo del Municipio vengano premiate le Compagnie per i migliori gruppi, carri, bande e maschere.

Attualmente esistono otto Compagnie: Bellezze Naturali, Bulli e Pupe, Bora, Brivido, Lampo, Mandrioi, Ongia e Trottola che, con talento artistico e spirito goliardico, perpetuano l’antica magia del Carnevale Muggesano.

Il Carnevale, che si ripete in luglio e agosto con un’edizione estiva, è l’evento che maggiormente segna la vita sociale della cittadina istroveneta e sue testimonianze non possono ovviamente mancare nella gastronomia con due dolci specialità: i "crostoli" e le "fritole de muja".

Per maggiori informazioni visitare il sito www.carnevaldemuja.com

 

FVG_live
Video di presentazione
icona
video_muggia
Iscriviti
icona

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità e le iniziative di Muggia e dintorni iscriviti alla newsletter con pochi e semplici passi!

Come arrivare
icona
mappa
puntatore Guida all'installazione dei punti di interesse di Muggia sui navigatori
puntatore Punti di interesse di Muggia per TOM TOM
puntatore Punti di interesse di Muggia per GARMIN
linea
Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Muggia
Piazza della Repubblica, 4 - 34015 Muggia (Trieste)

incipit

|    Home    |    Visitare Muggia    |    Appuntamenti    |    Mediagallery    |    Carnevale    |    Contatti    |
Do NOT click this link or you will be banned from the site, forever !