img_interna_1
iconaMostre

METAMORFOSI

Maria_Rosa_Barut_web
Giovedì 14 aprile
 alle ore 18.30 presso la Sala Comunale d'Arte "Giuseppe Negrisin", inaugurazione della mostra Metamorfosi, personale di Maria Rosa Barut Costantini organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Muggia 


Giovedì 14 aprile alle ore 18.30, presso la Sala Comunale d’Arte "Giuseppe Negrisin" a Muggia in piazza Marconi 1, inaugura Metamorfosi, personale della pittrice muggesana Maria Rosa Barut Costantini. La mostra, organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Muggia e presentata dal critico Marianna Accerboni, dal poeta Fulvio Segato e dal maestro Silvano Vidmar, presenta una cinquantina di opere recenti, tra stampe su carta di diverse dimensioni, quadri ad olio su tela e tecniche miste restituite anche interattivamente.
Maria Rosa Barut Costantini sperimenta una metamorfosi delle immagini e gli attori principali sono proprio i suoi dipinti ad olio su  tela che diventano stampe di diverse forme per esprimere la dissolvenza della visione che muta nella trasformazione e diventa ciò che prima non appariva, un reale in irreale, un vissuto che parte da un origine per divenire una cosa  nuova.
Questa esigenza dell’artista nasce per esprimere una metafora; il cambiamento  dell’immagine come necessità di trasformazione in una nuova realtà: "ciò che noi vediamo non è costante e definitivo, ma cambia e si muta per vari motivi e noi trasformiamo e siamo trasformati internamente/esternamente costantemente e ciclicamente."  
Partendo dai quadri originali, l’artista ha fotografato e modificato ciascuno in modo differente, creando così una visione completamente diversa e mutata da ciò che era in origine il dipinto. 
Maria Rosa Barut Costantini è nata a Trieste nel 1966 da padre sloveno e madre calabrese emigrati entrambi ancora giovanissimi in  Argentina  e tornati in Italia nel 1966. Questo ambiente famigliare ha molto influito sulla formazione culturale e creativa dell’artista che da autodidatta ha dipinto in prevalenza quadri ad olio su tela  utilizzando i contrasti dei chiaro/scuri e i colori caldi di quel mondo lontano e trasformato poi gli stessi in stampe di varie dimensioni e forme.
I  suoi quadri sono occasioni nella sua visione introspettiva  di  un incontro con quei paesaggi lontani e di emozioni interiori con delle visioni di metamorfosi provocate e osservate. Il suo percorso di crescita artistico/pittorica è volto a esplorare i mutamenti delle immagini come una metafora dei movimenti di cambiamento di orizzonti esteriori/interiori .
La mostra, a ingresso libero, rimarrà aperta fino a domenica 1 maggio 2016 con i seguenti orari: da martedì a venerdì 17-19, sabato 10-12 e 17-19, domenica e festivi 10-12.

FVG_live
Video di presentazione
icona
video_muggia
Iscriviti
icona

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità e le iniziative di Muggia e dintorni iscriviti alla newsletter con pochi e semplici passi!

Come arrivare
icona
mappa
puntatore Guida all'installazione dei punti di interesse di Muggia sui navigatori
puntatore Punti di interesse di Muggia per TOM TOM
puntatore Punti di interesse di Muggia per GARMIN
linea
Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Muggia
Piazza della Repubblica, 4 - 34015 Muggia (Trieste)

incipit

|    Home    |    Visitare Muggia    |    Appuntamenti    |    Mediagallery    |    Carnevale    |    Contatti    |