img_interna_1
iconaMostre

LA FINE DEL CAPITALISMO

bannergiampietro
Giovedì 28 agosto alle ore 19 presso il Museo d'Arte Moderna "Ugo Carà", inaugurazione della mostra La fine del capitalismo, personale di Guillermo Giampietro, a cura di Maria Campitelli-Gruppo78, nell'ambito del progetto PRACC (Progetto Arte Contemporanea Carà)


L'artista, argentino d'origine ma da molto tempo trapiantato a Trieste, ha affrontato questo tema - "La fine del capitalismo" - già da qualche tempo tramite video e performance,  e proprio per questo l'artista lo definisce un evento "rizomatico" che si estende nello spazio e nel tempo attraverso l'azione di diversi linguaggi.
"La fine del capitalismo" non vuol essere un'affermazione apodittica,  e nemmeno la constatazione dell'inevitabile declino di  uno status socio-politico che sembra logorarsi nell'esaurimento di risorse rigenerative, ma piuttosto una frase/piattaforma di per sè vuota "che si riempie di voci attirate dal flusso  rizomatico e dalle trappole di senso che la frase mette in scena", prendendo corpo all'interno  delle combinazioni  linguistiche.
La mostra si snoda nello spazio del Carà,  come una grande , multipla installazione dove la natura dello spazio e la sua qualità di luce divengono determinanti. per la sua configurazione.  Cioè i pensieri sottesi all'evento si coniugano di continuo con valenze estetiche  che scaturiscono  dal confronto con questo spazio e dall'ottimizzazione del suo inserimento in esso. Un punto nodale è la luce, espansa e diffusa, che determina nell'artista la ricerca di una mediazione che avvii alla neutralità, se non alla penombra, utile alla giusta percezione delle immagini video, ubicate nei monitor all'inizio ed alla fine del percorso espositivo. L'installazione comprende anche una video-performance integrata dalla voce recitante di Lara Baracetti con una sonorizzazione (eccessi sonori) realizzata dallo stesso Giampietro. "Il movimento dell'evento - dice l'artista - quasi come se  si  trattasse di un’ allegoria della sostanza spinoziana, si materializza in oggetti e immagini, passa attraverso i corpi e si disperde nelle onde sonore".
L'andamento dell'installazione  si snoda in un percorso che si potrebbe definire "costruttivista",  tra grandi sfere nere che assorbono luce e alle pareti segnali di un immaginario cancellato  da iterate striscie di plastica, assieme ad altri segnali tratti  da un campionario immaginifico  che costituisce una sorta di bagaglio consolidato dell'artista. In realtà non si tratta di una cancellazione ma, utilizzando simbolicamente la plastica come allusivo parametro della illusoria sostanza capitalistica, appare come un flusso  che passa oltre, un qualcosa che annichilisce  la consistenza dell'esistente, per trapassare in un altrove auspicabilmente rigenerativo.
Un'operazione estetico/culturale complessa, intensamente concettuale, che, attestandosi principalmente su problematiche linguistiche, non intende assumere valori politici o formulare giudizi, nonostante la luminosa chiarezza dell'enunciato. Resta nella sostanza ambigua, disperdendosi "nel flusso magnetico generato dall'incontro gravitazionale tra oggetti e soggetti", senza assumere determinati intenti propositivi.

dal 28 agosto al 21 settembre 2014
LA FINE DEL CAPITALISMO
di Guillermo Giampietro
a cura di Maria Campitelli-Gruppo78
Museo d'Arte Moderna Ugo Carà, via Roma, 9
orario: da martedì a venerdì 18-20
sabato 10-12 e 18-20
domenica e festivi 10-12
ingresso libero
FVG_live
Video di presentazione
icona
video_muggia
Iscriviti
icona

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità e le iniziative di Muggia e dintorni iscriviti alla newsletter con pochi e semplici passi!

Come arrivare
icona
mappa
puntatore Guida all'installazione dei punti di interesse di Muggia sui navigatori
puntatore Punti di interesse di Muggia per TOM TOM
puntatore Punti di interesse di Muggia per GARMIN
linea
Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Muggia
Piazza della Repubblica, 4 - 34015 Muggia (Trieste)

incipit

|    Home    |    Visitare Muggia    |    Appuntamenti    |    Mediagallery    |    Carnevale    |    Contatti    |
Do NOT click this link or you will be banned from the site, forever !